La continua ricerca delle proprie radici culturali ha favorito il sorgere a Guilmi di un piccolo ma ricco museo dei mestieri antichi.

Il museo vuole raccontare la storia di come i guilmesi vivevano in passato, storia narrata attraverso oggetti veri che sembrano usciti da libri di storia antica...

L'iniziativa di raccogliere e salvaguardare oggetti della vita contadina è nata per opera di alcuni volontari, in primis di Eleonardo Giardino, che, con pazienza e dedizione, hanno creato il museo.

Gli oggetti esposti provengono tutti dalle famiglie guilmesi alle quali va un caloroso ringraziamento per essersi privati di ricordi familiari rendendo possibile la realizzazione di questa esposizione. Ma un altrettanto caloroso grazie andrà a coloro che riusciranno ad arricchire il museo con altri reperti, perchè il sito è in continuo divenire grazie alla continua ricerca di oggetti antichi da mettere in mostra.

Infatti l'ambizioso scopo del museo è quello di conservare le tradizioni quali radici culturali del territorio, valorizzarle e farle conoscere soprattutto ai giovani che non conoscono le fatiche dei loro avi e possono così apprezzare gli agi e le comodità di cui possono oggi godere.

Il museo è stato inaugurato il 13 agosto 2010 ed occupa il piano terra di un edificio di due piani sito in Via Torrione n. 11.

Gli oggetti presenti nella mostra sono collocati nelle varie categorie di mestieri, sono nominati nel dialetto guilmese e per ciascuno è indicato l'uso. Vi sono attrezzi per la cura del bestiame e della stalla, per la lavorazione della ventricina, tipico salame guilmese, per la lavorazione della lana e della canapa, oggetti di uso domestico, suppellettili di arredo, ecc...

Insomma fare una visita al museo delle arti antiche di Guilmi vi ripoterà indietro nel tempo !!

L'ingresso è gratuito e per prenotare una visita si può inviare una e-mail a info@guilmi-abruzzo.it